sabato 6 maggio 2017

Alla serata 'Paralimpici non basta'



Una serata meravigliosa quella di ieri sera al Cinema–Teatro Nuovo di Borgomanero, dove la ditta Cimberio, per festeggiare i suo 60 anni di attività, ha organizzato una manifestazione a sostegno dello sport per disabili. ‘Paralimpici non basta’ – questo il titolo della manifestazione - è stato un evento dedicato agli atleti paralimpici che hanno fatto della loro disabilità un elemento di sfida e un’opportunità di successo. Tanti atleti paralimpici protagonisti alle Paralimpiadi di Rio 2016 hanno raccontato la loro esperienza. Podestà, Cecchetto, Moriacchi e Cassioli solo per citarne alcuni. Insieme a loro la pittrice ballerina Simona Atzori e Nicoletta Tinti recentemente protagonista della finale di Italia’s Got Talent 2017. Complimenti a Sestero Onlus e Freerider Sport Events per l’organizzazione. Complimenti soprattutto alla famiglia Cimberio, da sempre attiva nel sociale. Faccio mia una frase del Sig. Cimberio che racchiude il senso della serata: ‘Non una celebrazione di eroi, ma di esempi positivi’.
Grazie!





mercoledì 3 maggio 2017

Autismo: un dibattito sempre vivo aiuta ad abbattere le difficoltà

Ho partecipato, con immenso piacere, ad un incontro organizzato dall’Istituto Sacra Famiglia Onlus a Cesano Boscone in provincia di Milano, dal titolo “Autismo questo sconosciuto: credenze ed evidenze scientifiche”. Ho apprezzato tantissimo l’invito a partecipare rivoltomi dal Senatore Antonio Tomassini e da Lucio Moderato, psicoterapeuta e direttore dei Servizi Generali per l’Autismo. Con loro, ho preso parte ad un dibattito importante che coinvolgeva associazioni e familiari che chiedono a gran voce di tenere alta l’attenzione sull’autismo. Un appello che faccio mio e che mi fa da supporto affinché il mio impegno verso le esigenze delle persone autistiche e dei loro familiari siano tenute sempre più in considerazione. In questa direzione va la PRIMA LEGGE NAZIONALE SULL’AUTISMO datata 18 agosto 2015 entrata in vigore il settembre successivo, sulla diagnosi, la cura e l’abilitazione delle persone con problemi dello spettro autistico e sull’assistenza alle famiglie. Per qualcuno, questa legge, è stata vista come un punto di arrivo. Posso garantire che non è così, anzi, proprio da questo primo step si possono aprire scenari importanti per il futuro di tutti. Grazie ancora al Sen Tomassini e al Dott. Moderato alla Fondazione e a tutte le associazioni per il contributo continuo e costante che danno.

giovedì 30 marzo 2017

Disabilità: nessun taglio ai fondi Si ribadisce l’impegno del Governo a reperire gli oltre 200 milioni per i servizi sociali territoriali

In riferimento all’incontro del Tavolo sulla non autosufficienza tenutosi stamane presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro Poletti conferma che, a seguito dell’intesa tra il Governo e le Regioni, non vi sarà nessun taglio sui Fondi sociali. Oltre all’impegno delle Regioni a ripristinare la dotazione del Fondo non autosufficienza a 500 milioni, recuperando da risorse interne i 50 milioni necessari -come annunciato al Tavolo e ad integrazione delle precedenti comunicazioni- si ribadisce l’impegno del Governo a reperire gli oltre 200 milioni per i servizi sociali territoriali per non far mancare le risorse originariamente previste nel Fondo politiche sociali.

mercoledì 29 marzo 2017

Disabilità: riunione Tavolo sulla non autosufficienza; il Fondo ricostituito a 500 milioni

Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, e il Sottosegretario Franca Biondelli, insieme al Vice Presidente della Regione Molise, Vittorino Facciolla, coordinatore della Commissione politiche sociali delle Regioni, hanno incontrato le associazioni di rappresentanza delle persone con disabilità gravi e gravissime e le organizzazioni sindacali nell’ambito di una riunione del Tavolo sulla non autosufficienza, costituito ai fini della consultazione sul Piano per la non autosufficienza, da redigere nel corso del 2017.
Le associazioni e le parti sociali hanno rappresentato forte preoccupazione per i paventati tagli al Fondo per la non autosufficienza -che proprio a seguito di un confronto in seno al Tavolo per la non autosufficienza era stato incrementato di 50 milioni da parte del Governo- previsti nell’intesa in Conferenza Unificata del 23 febbraio scorso.
Il Ministro Poletti e il Vice Presidente Facciolla hanno chiarito i termini del recente accordo tra Governo e Regioni, che permetterà di ricostituire la dotazione del Fondo di 500 milioni. Saranno infatti le Regioni stesse a prevedere, nell’ambito dei propri bilanci, risparmi che consentano di recuperare le risorse necessarie al fine di evitare qualunque riduzione rispetto a quanto previsto per il 2017. La distribuzione regionale delle quote aggiuntive rispetto alla dotazione del Fondo nazionale -per un ammontare complessivo di 50 milioni- sarà definita nelle prossime settimane in sede di decreto di riparto del Fondo.


A seguito di questo impegno, le Associazioni che avevano organizzato dei presidi di protesta per la prossima settimana hanno dichiarato la loro disponibilità a revocarli.

giovedì 9 marzo 2017

DDL 'Povertà' un passaggio storico per il nostro Paese

Oggi è stato approvato, in via definitiva, dal Senato il ddl 2494, “Delega recante norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali” collegato alla legge di stabilità 2016.

Non posso che dichiararmi felice per questo risultato che non esito a definire di portata storica tutto questo è stato possibile grazie alle convergenze createsi nel corso del dibattito parlamentare tra le diverse forze politiche, nella comune consapevolezza dell’urgenza di dotare il Paese di uno strumento di contrasto strutturale alla povertà, con l’obiettivo di garantire una maggiore razionalità ed equità al sistema di welfare, anche attraverso il previsto riordino delle prestazioni di natura assistenziale. Il Governo ha favorito un approccio di carattere universalistico prevedendo una misura - a carico del Fondo nazionale dedicato alla lotta per la povertà- individuata come livello essenziale delle prestazioni da garantire uniformemente su tutto il territorio nazionale, che si muove su un duplice binario: sostegno al reddito e presa in carico delle persone in stato di bisogno attraverso un progetto personalizzato. Con le risorse disponibili, oltre 1,6 miliardi- già quest’ anno potremo raggiungere potenzialmente oltre 400 mila famiglie, 1 milione e 700 mila persone, tra cui 800 mila minori. In queste cifre che non rappresentano solo meri numeri ma anche persone con i loro bisogni, risiede la soddisfazione dell’Esecutivo e, in considerazione delle mie deleghe, vorrei aggiungere, mia personale.